Cari lettori e followers, buon pomeriggio

oggi voglio parlare di un argomento in merito al quale proprio stamattina mi sono trovata a discutere con altre persone: LA FREQUENZA DI SCRITTURA!

Bene, io posso parlare per esperienza personale, porto avanti questo blog da un anno ormai e, a parte le sezioni dedicate ai racconti, alle poesie e alle foto, questa dedicata agli articoli la aggiorno quando ho veramente qualcosa da dire. Questa mattina, delle persone asserivano che: anche se si scrivono cose senza valore (cavolate) bisogna scrivere sempre ogni giorno perchè serve come esercizio e perchè gli “scrittori professionisti” lo fanno tutti. “Bisogna fare come se si timbrasse il cartellino ogni giorno e obbligarsi a scrivere almeno un ora anche se non ne abbiamo voglia!”

Vi svelo un segreto: se io mi obbligassi a fare una cosa del genere sarebbe la fine! Non prenderei mai più la penna in mano perchè svilupperei un tale odio per la scrittura che mai per tutta la vita desidererei averci più a che fare. Questo ve lo dice una persona che a volte è così presa dalle sue storie, da scrivere anche quando realmente non lo sta facendo! Avete in mente quelle persone che hanno un tale amore per la musica e il piano forte, che suonano ovunque, per finta, solo muovendo le dita sul tavolo, appena sentono una musica che amano? A me capita una cosa del genere; quando ho una storia in mente, a volte la scrivo dentro la mia testa, la racconto nei miei sogni e poi alla fine la scrivo anche sui fogli o sui file.

Ciò che voglio dire è che le cose non vanno fatte, mai, a forza. A forza, diceva un vecchio proverbio, non esce nemmeno l’aceto. Se prima ero quasi sicura che forzarsi a scrivere non migliora assolutamente nulla, adesso ne ho la certezza piena. Si può scrivere tutti i giorni, o un giorno a settimana, non conta, quello che conta è farlo con il cuore, con la passione, con la voglia e non perchè qualcuno ha detto che gli scrittori veri fanno così!

Ognuno ha i suoi tempi e le sue abitudini, gli assoluti non sono mai positivi.

Simona del Buono